Benvenuto! 

Mi chiamo Andrea Farè e mi occupo di innovazione organizzativa , nello specifico studio, pratico e diffondo metodologie organizzative alternative alla classica "gerarchia piramidale" di cui si dota al momento il 99% delle organizzazioni esistenti.

Perchè abbandonare una pratica che ci accompagna dai tempi in cui Frederick Taylor ha inventato lo Scientific Mangement? 

Molte cose sono cambiate negli ultimi 100 anni, e di recente la trasformazione digitale ha aperto un divario esponenziale tra velocità di evoluzione tecnologica e velocità di evoluzione organizzativa, un divario che l'attuale modo di coordinarsi non potrà mai chiudere, essendo basato su meccanismi di decisione ed informazione troppo lenti ed inadatti alle velocità di produzione e reazione richieste dai mercati moderni. 

La realtà di quei tempi è finita per sempre, una gestione basata sul solo approccio previsionale è destinata a soccombere di fronte a gestioni basate sul dynamic steering. Per adottare questo tipo di formula tuttavia, è necessario darsi nuove regole d'interazione e di coordinamento.

L'intero spettro della attività che svolgo ricade invece nell'ambito del cosiddetto Self Management. (se non conosci già l'argomento ti suggerisco di leggere quella breve pagina, altrimenti la comprensione di ciò che segue risulterà un po' nebulosa)

Nello specifico predispongo e implemento percorsi personalizzati rivolti a team, business unit o intere organizzazioni, desiderose di operare in modo più agile. Credo di essere uno dei maggiori esperti di Holacracy  (una pratica open source di self management) nonchè uno tra i  50 coach/providers autorizzati a certificare  che esso viene effettivamente praticato da un'organizzazione (non si tratta di un requisito formale, trattandosi di pratica open source, ma proprio per questa sua disponibilità aperta, è interessante cercare di mantenere un'idea condivisa di cosa voglia effettivamente dire "adottare" questa formula organizzativa, rispetto a fare altro)  

Non mi aspetto che ogni organizzazione interessata al cambiamento abbracci una trasformazione profonda quale quella prevista da un'adozione "ex abrupto" di Holacracy, e pur considerando Holacracy come  target ideale di una trasformazione organizzativa completa,  comprendo che ogni decisore, soprattutto se alle prime esperienze col self management, preferisca procedere per gradi e godere dei relativi benefici man mano che essi emergono.

Per questo ho sviluppato una personale metodologia d'adozione del framework, che permette per quanto possibile di assorbirne gradualmente le caratteristiche, fino alla totale indipendenza.

Per maggiori dettagli sul mio approccio filosofico al tema, e sui razionali che mi fanno ritenere necessario ed inevitabile l'abbandono dei vecchi paradigmi organizzativi per cogliere, finchè si è ancora in tempo, i nuovi trend di innovazione distruttiva in campo organizzativo,  potete consultare i diversi post presenti sul mio Blog

Per un'overview degli ambiti di collaborazione in cui ritengo di poter offrire il mio contributo ti invito a consultare questa pagina, o se preferisci, contattami direttamente qui , se invece hai già deciso di fare una chiacchierata, sarò felice di farti prenotare un slot del mio tempo a questo link

Per ora, buona lettura!

Andrea.

“……Andrea ha facilitato nostri meeting tattici e di governance dimostrando una conoscenza approfondita della pratica di holacracy e di possedere gli skill di Coaching necessari a supportarne l’adozione in organizzazioni interessate al self management ” – Demetrio Labate, People and Talent @ ARCA worldwide

Demetrio Labate – People & Talent @ Arca.com

Dal mio Blog…

Le tre forze che determinano la realizzazione del proprio “purpose” personale

  Ognuno di noi percorre un cammino professionale differente, ed ognuno di noi lo percorre ad un differente livello di consapevolezza. Alcuni sembrano riuscire a vivere vite incredibili con grande facilità, altri invece sembrano scontrarsi con muri invalicabili in ogni direzione. Alcuni riescono ad essere felici anche con poco o niente, altri vivono in un’ansia […]

7 cose che puoi imparare da Holacracy (anche se non lo pratichi)

Nota dell’autore/traduttore: non sono solito utilizzare contenuti di altri , ma questo articolo di Chris Cowan era talmente ben focalizzato e strutturato che ho ritenuto fosse opportuno tradurlo. L’ho integrato con mie considerazioni (marcate con: AF) allo scopo di colmare l’ulteriore gap rispetto alla comprensione di alcuni concetti, dovuto ad una relativa arretratezza nostrana su pratiche agili, […]

Self Management: che fine fanno le attività che nessuno vuole svolgere?

Una delle obiezioni che mi sento muovere più spesso quando “predico” i benefici del self management (ossia dei paradigmi organizzativi che non si fondano sulla dipendenza diretta tra persone), è la seguente: …Il self management non può funzionare perchè in assenza di relazioni di stretta dipendenza tra persone, viene meno la possibilità di costringere i sottoposti a farsi […]

See all our news