Benvenuto! 

Mi chiamo Andrea Farè e mi occupo di innovazione organizzativa , nello specifico studio, pratico e diffondo metodologie organizzative alternative alla classica "gerarchia piramidale" dipinta negli organigrammi di cui quasi ogni collezione strutturata di persone si serve per rappresentare le proprie dinamiche relazionali interne.

L'obiettivo di queste metodologie è permettere ai membri di qualsivoglia organizzazione (azienda o no-profit) di cooperare verso un obiettivo comune,  nel modo più efficiente, produttivo e coinvolgente possibile, indipendentemente dalle dimensioni, dalla cultura aziendale e dalle caratteristiche o ambizioni delle singole personalità coinvolte.

La mia attività non ha nulla a che vedere con quelle tipicamente proposte dalle consulting firm che operano in quest'ambito. Non mi dedico infatti alla progettazione organizzativa top-down, proponendo strutture pre-confezionate sulla base di un'analisi ragionata di una serie di dimensioni in ambito (mercato, settore, cultura, geografia, funzioni, linee di prodotto, clienti)

L'intero spettro della attività che svolgo ricade invece nell'ambito del cosiddetto Self Management. (se non conosci già l'argomento ti suggerisco di leggere quella breve pagina, altrimenti la comprensione di ciò che segue risulterà un po' nebulosa)

La mia attività si focalizza in particolare su Holacracy , un framework organizzativo open-source adottato da oltre 500 aziende al mondo, nonchè l' unico attualmente in grado di sostituirsi completamente alla tradizionale gerarchia piramidale.

Per maggiori dettagli sul mio approccio filosofico al tema, e sui razionali che mi fanno ritenere necessario ed inevitabile l'abbandono dei vecchi paradigmi organizzativi per cogliere, finchè si è ancora in tempo, i nuovi trend di innovazione distruttiva in campo organizzativo,  potete consultare i diversi post presenti sul mio Blog

Di seguito un'overview degli ambiti di collaborazione in cui ritengo di poter offrire il mio contributo a chi sia interessato, per ulteriori approfondimenti ti invito a consultare e le risorse offerte da questo sito, o se preferisci, contattami direttamente qui .

Per ora, buona lettura!

Andrea.

Services

Personal Productivity Training

Siamo invasi da moli d’informazioni in costante crescita, afferenti a diversi domìni (vita lavorativa e privata), con esse si moltiplica il numero di canali che le veicolano verso di noi: mail, canali social, chat, videoconference, piattaforme video, intranet aziendali… Questo rende prioritario saperle organizzare e filtrare, e distinguere quali di esse generino progetti, azioni, impegni, attese,e quali possano semplicemente essere archiviate o, al più, dimenticate.
Contenuto: in questo corso erogabile sia individualmente che a gruppi, in presenza o da remoto, fornisco un sistema end-to-end di gestione del proprio tempo basato su paradigmi verificati e su strumenti tecnologici d’avanguardia.
Take Home: riduzione dello stress, riconsegna del cervello al suo ruolo principale: generazione di nuove idee disfandosi della perdita di tempo legata alla gestione priorità e incombenze.

Self Management Webinar + Q&A

Contenuto: In questo Webinar fornisco un overview dei temi di self management con particolare riferimento a Holacracy, è un ottimo modo per avvicinarsi al tema con minimo sforzo, coinvolgendo persone del proprio team o l’intera organizzazione.
In genere per una buona introduzione al tema è utile allocare un intervallo temporale di almeno un’ora per i contenuti e almeno mezz’ora per le relative domande.

Take Home: Una comprensione chiara dei concetti cardine, con particolare riferimento all’indirizzamento dei misunderstanding più comuni. “Digeriti” in contenuti di questo  Webinar diviene  facile comprendere se si desidera  che la propria organizzazione intraprenda un cammino di Self Management.

Self Management Workshop

Contenuto: una simulazione completa ed esperienziale di cosa significhi operare in un’organizzazione che pratica il Self Management,la simulazione si compone di una parte narrativa (circa 40 minuti per fornire basi e contesto) ed una parte pratica (un minimo di 3 ore e 20) e viene svolta facendo vivere ad un massimo di dieci partecipanti un ‘esperienza di autonomia decisionale e contestuale cambiamento organizzativo votato ad indirizzare e risolvere specifiche “tensioni”. Eventuali uditori possono essere aggiunti a piacere senza limiti di numero.
Take Home: i partecipanti si portano a casa un’esperienza diretta del cambio di paradigma, alcuni lo accoglieranno con scetticismo, altri con interesse, per altri sarà una vera e propria rivelazione. Questo tipo d’esperienza è ideale per comprendere a fondo la radicale trasformazione positiva che le pratiche di self management operano sull’interazione quotidiana tra colleghi e fornisce ai decisori una chiara idea dei benefici di un’implementazione nella propria organizzazione.

Self Management Implementation

Non si tratta di un servizio pacchettizzato ma di un supporto concordato lungo l’intero percorso di migrazione della propria organizzazione verso il self management, basato su pratiche consolidate, attraverso un deployment graduale, il training necessario, e la gestione della transizione.
scegli questa strada se hai compreso che la tua organizzazione si trova ad un bivio tra due scelte:

1) Navigare alla cieca un percorso impervio verso la liberazione dalle inefficienze della gerarchia piramidale, seguendo un processo che è tutto da definire, senza adeguati strumenti a supporto e alla mercè di costose società di consulenza (ironia della sorte: a loro volta organizzate in gerarchie piramidali….)

2) Affidarsi ad un modello di Self Management collaudato, in continua evoluzione,che le permetta di scolpire quello stesso percorso canalizzando in energie liberatorie le proprie tensioni interne, per diventare ciò che essa desidera diventare invece che ci che altri vorrebbero diventasse. Il tutto facendo ricorso al minimo supporto necessario a progredire quando prima in modo indipendente.

Dal mio Blog…

Self Management: che fine fanno le attività che nessuno vuole svolgere?

Una delle obiezioni che mi sento muovere più spesso quando “predico” i benefici del self management (ossia dei paradigmi organizzativi che non si fondano sulla dipendenza diretta tra persone), è la seguente: …Il self management non può funzionare perchè in assenza di relazioni di stretta dipendenza tra persone, viene meno la possibilità di costringere i sottoposti a farsi […]

Quando l’affetto in ufficio diventa un “allucinogeno organizzativo”

Ogni giorno portiamo con noi, sul posto di lavoro, un carico di emozioni,  positive e negative; portiamo con noi anche delle tensioni, che sono probabilmente la vera cause di quelle emozioni, e per tensione intendo la percezione di una differenza tra come le cose funzionano e come riteniamo che potrebbero funzionare (e quindi non ha una connotazione […]

Holacracy Community of Practice Forum 2016 – Bilancio di due giorni intensi

Di ritorno dalla prima riunione della community europea degli holacracy practitioner, due giorni di full immersion dedicati al confronto e scambio tra le varie realtà aziendali che adottano questa forma organizzativa. Si respira un clima diverso rispetto ad altri momenti di aggregazione formativa, e si registrano alcune assenze eccellenti tra le aziende più fortemente dedicate […]

See all our news